Luis Martin

Il mio lavoro di collage è un flusso di pratica di coscienza, che mi permette di esplorare le narrazioni che emergono dopo che ogni pezzo è stato completato. La mia appropriazione di ogni immagine mi dà il potere di mostrare il mio punto di vista molto personale con una miriade di sincronicità e codici del linguaggio visivo. Ho creato il termine “The Art Engineer” per ricordare a me stesso il potere che gli artisti hanno di “ingegnerizzare” e mostrare le possibilità di una realtà autodefinita. Creando conversazioni sull’identità e sull’eccesso della cultura pop, il mio lavoro diventa uno specchio che riflette il familiare in prospettive alterate. / Collage, to me, is the most democratic art practice one can create. It is political, accessible and spiritual. My collage work is a stream of conscience practice, that allows me to explore narratives that emerge after each piece is completed. My appropriation of each image gives me the power to show my very personal point of view with a myriad of synchronicities and codes visual language. I created the term “The Art Engineer” to remind myself of the power artists have to “engineer” and show the possibilities of a self defined reality. By creating conversation about identity and pop-culture’s excess, my work becomes a mirror that reflects the familiar in altered perspectives.
 

    Contattaci

    Per avere maggiori informazioni sui nostri prodotti e soluzioni, per raccontarci il tuo progetto o per richiedere una consulenza puoi compilare il form qui sotto.


    close
    type characters to search...
    close